AGATA SMERALDA OPERA PER DIFFONDERE UNA CULTURA DELLA VITA E DELLA DIGNITA’ UMANA

Purtroppo sono ancora in molti a credere che il rispetto dei diritti umani nel mondo abbia poco a che fare con la loro vita quotidiana. Per questo il Progetto Agata Smeralda si impegna da 25 anni per sensibilizzare la comunità internazionale sull’importanza del rispetto dei diritti in particolare quelli dell’infanzia perché “L’umanità ha il dovere di dare al fanciullo il meglio di se stessa!”

Attraverso, incontri, mostre, pubblicazioni, promuoviamo una cultura di pace e di accoglienza, sensibilizziamo l’opinione pubblica contro la pedofilia, il turismo sessuale, il traffico illecito di organi umani e l’omicidio stradale.

Pedofilia e turismo sessuale

L’impegno del Progetto Agata Smeralda contro la pedofilia e il turismo sessuale nasce dall’esperienza dei missionari che operano a Salvador Bahia: ogni giorno si trovano di fronte a questo turpe fenomeno, che offende e ferisce la dignità umana, e che ha per prime vittime donne, bambine e bambini. Così il Progetto Agata Smeralda, che nell’aiuto ai più poveri tra i poveri e in particolare ai bambini ha il suo primario campo d’intervento, da anni è impegnato in questa azione di denuncia e di sensibilizzazione contro il flusso, proveniente dai Paesi ricchi, di un turismo davvero vergognoso, ulteriore forma di sfruttamento e di colonialismo.

Tratta di organi

Il Progetto Agata Smeralda si mobilita contro il traffico illecito e spregevole di organi umani che viola i diritti fondamentali e la dignità dell’uomo.

A pagare con la vita sono soprattutto i bambini, gli esseri più indifesi.

Le cause sono molte; povertà e criminalità associate ad una domanda globale sempre maggiore. Attraverso le campagne di sensibilizzazione vogliamo Informare l’opinione pubblica sulle realtà dove è ancora forte il commercio clandestino di organi umani;

far comprendere la condizione dei bambini di strada che sono le principali vittime perché indifesi e in condizioni di estrema povertà quindi facilmente avvicinabili;

mobilitare la società civile per contrastare la domanda che è la causa profonda della tratta di esseri umani in particolare dei bambini.

Omicidio Stradale

LA VIOLENZA STRADALE E’ LA PRIMA CAUSA DI MORTE DEI GIOVANI

Il Progetto Agata Smeralda affermando il primato e il valore della vita umana è impegnata in questa battaglia di civiltà a fianco delle famiglie, purtroppo sempre più numerose, che perdono un figlio a causa di un incidente stradale.

Ha sostenuto la proposta di legge popolare per l’introduzione del reato di “omicidio stradale” contro le stragi di giovani sulle strade approvata nel marzo del 2016. La legge è stata anche proposta in sessione comunale speciale e approvata nel comune di Salvador Bahia con la collaborazione tecnica dell’associazione Lorenzo Guarnieri.

Premio "Prima di tutto la Vita"

Il Premio annuale “ Prima di tutto la Vita” è stato istituito nel 1998 dal Progetto Agata Smeralda Onlus alla memoria di Fioretta Mazzei, stretta collaboratrice di Giorgio La Pira, per ricordare e segnalare l’opera di persone e gruppi che si sono distinti nell’impegno e nella diffusione della cultura della vita e della dignità umana.

Il Premio consiste nella somma di Euro 5.200,00 e nella riproduzione di una ceramica invetriata, che rappresenta un bambino abbandonato in fasce.

PACE

Agata Smeralda si mobilita a favore dei bambini contro la pedofilia e il turismo sessuale.
Le cifre del programma “Disque Denuncia Nacinal” della Segreteria dei Diritti Umani della Presidenza della Repubblica (Disque 100) riportano che nel 2013 ci sono state oltre 120 mila denunce di violazione dei diritti di bambini e adolescenti.

INIZIATIVE SUL TERRITORIO

Il Progetto Agata Smeralda annualmente propone degli eventi con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dei diritti umani.

La difficoltà principale nell’affrontare il tema della adozione a distanza è quella di rendere evidente le conseguenze del problema della povertà educativa e alimentare vissuta da decine di migliaia di bambini delle baraccopoli del sud del mondo.

Sono bambini che a causa della povertà o della guerra affrontano un futuro senza speranza. Liberare i bambini dalla povertà estrema è possibile ma è necessario mobilitarsi insieme per costruire un futuro migliore per tutti.

0

Start typing and press Enter to search