Rendiconti e Trasparenza

Rendiconti 5×1000

Pubblicazione ai sensi della Legge 124/2017

Benefici fiscali per i donatori

Il Progetto Agata Smeralda Onlus è una Organizzazione di Volontariato operante ai sensi della Legge n. 266 dell’11 Agosto 1991, iscritta al Registro del Volontariato della Regione Toscana con Decreto del Presidente della Provincia di Firenze n. 63 del 14 Novembre 1997. E’ anche una Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (Onlus) di diritto ai sensi dell’art. 10 comma 8 del Decreto Legislativo n. 460/97.

Le erogazioni liberali effettuate in favore del Progetto Agata Smeralda Onlus (comprese le donazioni per il sostegno a distanza) godono dei benefici fiscali previsti dalla legge. In particolare,

le PERSONE FISICHE possono:

• detrarre dall’imposta lorda il 35% delle erogazioni liberali in denaro per un importo complessivo in ciascun periodo d’imposta non superiore a 30.000,00 Euro (art. 83 comma 1 del Dlgs 117/2017);
• dedurre dal reddito complessivo netto le liberalità in denaro erogate nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato (art. 83 comma 2 del Dlgs 117/2017). Qualora la deduzione sia di ammontare superiore al reddito complessivo dichiarato, diminuito di tutte le deduzioni, l’eccedenza può essere computata in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, fino a concorrenza del suo ammontare.

le IMPRESE possono:

• dedurre dal reddito complessivo netto le liberalità in denaro erogate nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato (art. 83 comma 2 del Dlgs 117/2017). Qualora la deduzione sia di ammontare superiore al reddito complessivo dichiarato, diminuito di tutte le deduzioni, l’eccedenza può essere computata in aumento dell’importo deducibile dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, fino a concorrenza del suo ammontare;
• dedurre le erogazioni liberali in denaro, per un importo non superiore a 30.000,00 euro o al 2 per cento del reddito d’impresa dichiarato (art. 100, comma 2 lettera h del DPR 917/86).

In sede di dichiarazione dei redditi, il contribuente persona fisica o impresa che ha effettuato una erogazione liberale nell’anno precedente può decidere liberamente il trattamento fiscale (detrazione o deduzione) di cui beneficiare a seconda del proprio profilo tributario. In caso di dubbio si consiglia di rivolgersi al proprio consulente di fiducia, al commercialista o al Caf.

Per poter beneficiare delle agevolazioni fiscali è necessario che la donazione sia effettuata attraverso mezzi di pagamento tracciabili quali bonifici bancari, assegni, bollettini postali, carte di credito o di debito.

L’attestazione di versamento rilasciata dall’Associazione non ha valore fiscale e pertanto è necessario conservare copia del versamento effettuato (contabile bancaria, copia assegno, ricevuta bollettino ccp, estratti conto bancari e postali e della carta di credito). Le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro.

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca