IN PARTENZA PER SALVADOR BAHIA

 In Lettere del Presidente

Carissimi amici di Agata Smeralda,

sono in partenza per Salvador Bahia e, prima di spiccare il volo, desidero inviare a ciascuno di voi il mio affettuoso saluto, con l’augurio di una serena estate!

Lo scopo del mio viaggio è quello di rendermi conto personalmente del bellissimo lavoro portato avanti dai nostri missionari nelle tante favelas della Bahia, grazie al vostro puntuale e generoso impegno con Agata Smeralda.  Come ogni anno avrò la gioia di vedere i nostri bambini cresciuti, giovani pronti ad entrare nel mondo del lavoro e sicuramente parteciperò alle discussioni di tesi di laurea. Condividerò con i nostri missionari le gioie per i tanti risultati raggiunti dai nostri ragazzi ed affronterò le difficoltà che incontrano quotidianamente nel loro lavoro.

Anche quest’anno Stefano Guarnieri, Vice Presidente dell’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus, sarà con me per visitare i centri di Agata Smeralda a Salvador e le realtà dedicate al nostro caro Lorenzo.  Durante la nostra permanenza sarà attivato un laboratorio informatico nella favela di Sussuarana, dove opera Padre Ferdinando Caprini, dedicato al giovane Silvio Donnini, anche lui vittima di omicidio stradale nel 2013.
Sono sicuro che vedrò una luce diversa negli occhi di Jago Oliveira Alves, cresciuto grazie al sostegno a distanza con Agata Smeralda, perché è stato selezionato per partecipare ad alcuni eventi nella Scuola di Danza Bolshoi, a Joinville, nello Stato di Santa Catarina. Incontrerò Vitor, un giovane brillante, coraggioso, un vero leader, che è riuscito a superare tutte le prove per entrare all’università.

Mi spaventa la grave situazione politica e sociale nella quale versa attualmente il Brasile. Padre Ferdinando Caprini mi ha confermato che sono in aumento la fame, la povertà, la droga, la violenza e la prostituzione minorile. Anche per questo il nostro impegno continuerà con più forza, affinché ai nostri ragazzi non venga meno la speranza di un futuro migliore nel loro Paese. Ed è proprio a loro che porterò il vostro affettuoso abbraccio!

Un caro e sincero saluto,

Mauro Barsi

Articoli recenti
0

Start typing and press Enter to search